Chi siamo






Immersa nella verdeggiante campagna di Reggio Emilia, la nostra Latteria, le cui origini risalgono al 1922, lega la sua produzione del Parmigiano-Reggiano alla conoscenza di persone esperte che si sono tramandate in tutti questi anni l'antica tradizione.

Il mastro casaro Gianluca Mantovani: "Ho scelto di fare il casaro per amore del papā"
Gianluca cresce in una famiglia di imprenditori caseari; il papā Gianni, coadiuvato dalla moglie, dā un'impronta personalissima alla gestione del caseificio, conciliando la tradizione con l'innovazione (dove la tecnologia č in effetti solo un aiuto per migliorare e preservare la geniale manualitā dei casari), promuovendo la cultura della diversificazione che vede accanto alla produzione principe del Parmigiano-Reggiano lo sviluppo di un'ampia gamma di prodotti quali yogurt, panna cotta, caciotte fresche e stagionate.. Un progetto che si interrompe bruscamente nel 2007, quando Gianni Mantovani viene stroncato da un male incurabile. Gianluca, 24 anni, studente universitario, un percorso professionale del tutto diverso, vede la sua vita ribaltata dall'oggi al domani. Perdere un genitore in qualunque modo te tempo accada sconvolge la vita di qualunque persona, ma il pensiero del padre, di quel suo amore cosė forte per la famiglia e per il lavoro insieme, lo ha spinto ad accettare la sfida. Gianluca, guidato da una grande maturitā d'animo, ha pensato come un uomo e non come il ragazzo che era. "Ho trascorso ogni istante della mia vita, sempre seguendo i suoi consigli, per un unico motivo: volevo che fosse fiero di me, e spero ora lo sia pių di prima. Ed č per testimoniare l'attaccamento a mio padre, alla mia famiglia, a questo territorio, che ho accettato l'onere, ma soprattutto l'onore, di portare avanti l'attivitā di casaro, rimanendone fedele nello stile di conduzione, ma col desiderio e la convinzione di voler arrivare lontano. Con fiducia, serietā e professionalitā. Come sempre e come mi č stato insegnato a fare". Ci sono orgoglio e passione nelle parole di Gianluca, gli stessi che mette ogni giorno nella conduzione della latteria ...

(Cortesia Sonia Ceresoli)



Villa Curta attraverso la Storia
Ancor piu' che storica, davvero antica e' la Latteria Cooperativa di Villa Curta. La storia racconta infatti che lo stesso stabile di oggi fosse gia' luogo di conferimento del latte, per la produzione di formaggio, nel lontano 1700. Allora il terreno era di proprieta' di un casato nobile, quello dei Manzani. Molti erano i contadini ed i braccianti a servizio di questa famiglia che lavoravano i terreni ed allevavano bestiame.
Sembra che la latteria sia stata voluta proprio da alcuni membri della famiglia che la fecero edificare in quegli anni e diedero il via ad una storia che arriva fino ad oggi.
La latteria crebbe di fama e di produzione per piu' di duecento anni, sotto le cure dei Conti Manzani, fino ai primi anni del Novecento, momento in cui la famiglia comincio' a decadere. Sembra infatti che il titolo di Conti avesse perso nel tempo il suo valore e che l'unica erede rimasta fosse una donna, la contessa Manzani appunto.
Decisa a trasferirsi verso la citta', pare che la Contessa abia deciso di mettere in vendita i terreni, offrendoli proprio a quelli che per anni erano stati al servizio della sua famiglia. I contadini non se lo fecero ripetere due volte e acquistarono ognuno il proprio pezzo di terra, sembra ad un prezzo piu' che ragionevole per allora.
Ovviamente insieme alle terre fu venduta anche la latteria, che anche durante questi passaggi non sospese mai la produzione. Gia' da allora, infatti, Villa Curta era un punto centrale e di riferimento per la produzione del formaggio, guardato da tutti come la Latteria.. con la "L" maiuscola.
Come molti altri produttori delle nostre zone, anche i contadini di Villa Curta decisero di aggregarsi in cooperativa, per evitare periodi difficili e il ribasso dei prezzi da parte degli acquirenti. Comincio' nel 1922 con il deposito dell'atto di trascrizione l'attivita' della Cooperativa come e' arrivata fino ad oggi. Allora i soci erano nove e molti di loro sono zii e nonni dei giovani di oggi.
Da allora la latteria e' sempre rimasta la stessa, il casello ottagonale all'entrata, il magazzino, i cambiamenti che sono stati apportati sono stati solo quelli necessari agli adeguamenti di legge.
Certamente il periodo piu' duro fu quello della guerra. I giovani al fronte o partigiani, la poverta' e soprattutto un grande pericolo: la latteria si trova infatti a poche centinaia di metri dall'aeroporto che era diventato, in quel periodo, zona strategica.
Raccontano gli anziani del paese che in una fredda giornata di gennaio del 1944 caddero intorno al casello ben quarantatre' bombe destinate all'aeroporto. Per grande fortuna o per un destino propizio, nessuna colpi' gli edifici e la Latteria di Villa Curta passo' indenne attraverso un momento tanto duro della storia.
Dagli anni Cinquanta ad oggi, i soci hanno dato vita a numerose attivita' pubbliche e di partecipazione alla vita della citta': fiere, camminate, il taglio del formaggio in piazza. Proprio questa partecipazione ha consolidato negli anni la forza e la tradizione di Villa Curta che e' ancora oggi punto di riferimento del terrigorio, come dimostra la matricola d'oro ottenuta per meriti di produzione e vendita, negli anni Novanta, dal Consorzio del Parmigiano Reggiano.
Un'ultima curiosita': nel registro di zona delle latterie, Villa Curta e' la seconda per anzianita' e porta, con orgoglio, la matricola 105.

Ecco i nomi dei soci fondatori di allora, parenti di molti dei soci di oggi:
Cantarelli Abbondio
Ligabue Gaudenzio
Fontanesi Eugenio
Radighieri Guido
Mazzi Italo
Silingardi Ambrogio
Rossini Serafino
Casali Enrico
e infine Burani Enrico, il bisnonno dell'attuale Presidente della Cooperativa.


(Cortesia Alessia Pedrelli)



La Latteria Villa Curta oggi
Oggi i soci di Villa Curta sono soltanto 6, proprietari pero' di ampie e modernissime stalle, e producono 43.000 quintali di latte all'anno contro i 25.000 che venivano prodotti da 19 soci negli anni '80.
Ben 10.000 sono le forme prodotte in un anno dalla Latteria, in parte rivendute all'ingrosso, in parte al dettaglio tramite il punto vendita interno alla struttura, cui accedono clienti da tutta Italia.
Villa Curta esporta, tramite il Consorzio, anche all'estero: in tutta Europa e particolarmente in Germania, ma anche in America e in Giappone.
Cinque sono i dipendenti della Latteria, piu' una collaboratrice che si occupa della contabilita'.
Grazie a tutti questi elementi, la Latteria di Villa Curta puo' vantare il
fatturato migliore di tutte le latterie della propria zona di produzione.

La nostra Latteria segue un attento processo di lavorazione regolamentato da seri controlli e particolari procedure che garantiscono la creazione dell'originale e tipico Parmigiano-Reggiano fino a farlo diventare quello che viene denominato il "Re dei formaggi"!

Il Parmigiano-Reggiano Villa Curta e' legato alla cultura eno-gastronomica della nostra zona e vanta una filiera produttiva rintracciabile dai campi alle Vostre tavole.

Nel nostro spaccio, oltre al prelibato Parmigiano-Reggiano, potrete trovare prodotti di nostra produzione, fra cui:
ed inoltre i prodotti tipici della zona, come: